LaPugliaCheLegge/01: Adonia (Barletta)


LaPugliaCheLegge vuol essere una rubrica che racconta quali sono e dove sono le piccole librerie pugliesi che con coraggio s’impegnano o addirittura intraprendono genuinamente e per passione un’attività di questo genere accanto ai punti vendita dei grandi nomi editoriali, ai supermercati del libro, alle cartolibrerie con i titoli di grido.
Talvolta decennali centri culturali, talvolta luoghi dove ci s’inventa di tutto pur di creare movimento intorno ai libri, talvolta locali quasi clandestini che brillano nel loro isolamento cittadino: in ogni caso, librerie dove si conserva il piacere di toccare con mano la consistenza e la perpetua ricchezza dei libri.
Chiederemo a ogni libreria, tutti i lunedì, di indicarci una citazione letteraria che ne rispecchia il senso o alla quale il libraio è particolarmente legato; una classifica dei cinque libri più venduti nelle ultime due settimane; e infine una classifica di cinque libri pubblicati nell’ultimo mese che il libraio si sente di consigliare.
La prima libreria “partecipante” è anche una delle più giovani: la Libreria Adonia di Barletta.
La citazione letteraria segnalata dal proprietario, Vincenzo Garofalo, è questa di Johann Wolfgang Goethe:
«Ogni libro è un capitale che silenziosamente ci dorme accanto, ma che produce interessi incalcolabili».
I libri più venduti da Adonia nelle ultime due settimane sono:
1. U. Galimberti, L’ospite inquietante, Feltrinelli.
2. A. Bennet, La sovrana lettrice, Adelphi.
3. B. Grillo, Tutte le battaglie di Beppe Grillo, Casaleggio.
4. A. Camilleri, Maruzza Musumeci, Sellerio.
5. S. Luzzato, Padre Pio, Einaudi.
La Libreria Adonia, inoltre, consiglia:
1. J. Littell, Le benevole, Einaudi (trovo sia una grande affresco epico e tragico,ci fa rivivere gli orrori della seconda guerra mondiale dal punto di vista dei carnefici).
2. D. Starnone, Prima esecuzione, Feltrinelli (libro stupendo. Starnone è il protagonista. Professore ormai vecchio si domanda se sia stato un buon insegnante e per quale motivo deve stare agli ordini di una sua allieva ex terrorista. egli può cambiare la storia che sta vivendo e ci prova).
3. J. Teule, Io, François Villon, Neri Pozza (Teule parla della vita scandalosa del primo poeta che ha vissuto e cantato la lotta tra la carne e il cuore).
4. S. Casini, A. Moravia, I due amici, Bompiani (Libro inedito per il centenario della nascita dello scrittore. Si tratta di materiale dattiloscritto dallo stesso e trovato in una vecchia valigia. Ripercorre la linea principale della riflessione letteraria e ideologica di Moravia).
5. P. Grossi, L’acchito, Sellerio (Pietro Grossi si conferma uno scrittore vero; ambienta la sua storia, così come era successo per Boxe, in un ambiente ben delimitato – lì la palestra, qui la sala da biliardo – dove il gioco e la gara rappresentano, anzi sono, la vita stessa).

La Libreria Adonia è in via Ospedale dei Pellegrini 36, a Barletta.