Due incontri su scrittura femminile e urbanistica mercoledì a Bari

present_3_giugnoCome preannunciavamo, venerdì, sono due le presentazioni di libri, entrambe assai interessanti, che si svolgeranno a Bari mercoledì prossimo, 3 giugno, pressoché in contemporanea. Alle ore 19, in via Nicolai 90, sede del Comitato elettorale “Un desiderio in Comune” delle donne della lista “Sinistra per Bari” verranno presentati due volumi di giovani donne baresi, entrambi pubblicati per la casa editrice Il Filo: si tratta di Volevo dirtelo, di Francesca Palumbo, opera prima di cui avevamo già parlato circa un anno fa in occasione di un’altra presentazione, e di Ho scelto me, di Jacqueline Gentile, nata negli Stati Uniti ma da molti anni residente nel capoluogo pugliese. Il libro di Gentile si snoda in quattro racconti differenti, in tutti vi è una particolare attenzione alla sensibilità femminile, al suo immaginario e al modo di vivere e di essere “in relazione”, una specie di viaggio interiore che ha come percorso la consapevolezza crescente dell’essere donna, e quindi dei propri bisogni, sogni e risorse. Lo stile narrativo è gradevole e a tratti impetuoso, scorre veloce e profondo con una capacità descrittiva di luoghi (interiori e non) ed emozioni suggestiva. Quello di mercoledì sarà, dunque, un incontro per fare il punto sulla scrittura al femminile e verrà accompagnato dalle letture sceniche di Gianna Grimaldi e Silvana Kuhtz.

Alle ore 18,30 presso la Sala Murat di piazza Ferrarese, invece, sempre a Bari, incontro sul tema dell’urbanistica cittadina con la presentazione del volume Per un atlante della città pubblica di Bari, curato da Nicola Martinelli (architetto e urbanista, docente di Urbanistica presso la Facoltà di Architettura del Politecnico barese) e pubblicato da Lcp. Il volume fa il punto sulla ricerca PRIN 2005 nella quale la città pubblica è stata interpretata come un fertile laboratorio per la sperimentazione di strategie atte a disegnare nuovi equilibri territoriali e sociali e nuove relazioni tra attori operatori locali, a partire dal riconoscimento dei valori patrimoniali, dall’elevato grado di modificabilità spaziale e della presenza di risorse sociali che connotano queste parti della città contemporanea. All’incontro interverranno, oltre al curatore del volume e al sindaco di Bari Michele Emiliano, l’assessore all’assetto del territorio della Regione Puglia, Angela Barbanente, l’assessore all’Edilizia residenziale pubblica del Comune di Bari, Gianni Giannini, il direttore generale dello Iacp di Bari, Sabino Lupelli, e il sociologo Franco Cassano.

Stefano Savella