“Pagine di Puglia” dal 22 al 25 luglio a Fasano

00paginepuglia

Negli ultimi si stanno infittendo occasioni di incontro tra le più varie (fiere, dibattiti, manifestazioni) che vertono sulla valorizzazione dell’editoria pugliese. Si tratta di occasioni che, in assenza di una progettazione dall’alto, vengono pensate e organizzate direttamente sui territori, spesso in paesi non molto popolosi ma assolutamente vivaci: l’esperienza della prima fiera della piccola editoria di Bitritto dello scorso mese di febbraio lo ha dimostrato, così come la presenza numericamente decisiva dell’editoria locale nel programma del festival Il libro possibile che si è aperto ieri a Polignano a Mare. Su questa scia si colloca dunque la seconda edizione della manifestazione Pagine di Puglia, una mostra dell’editoria pugliese in programma dal 22 al 25 a Selva di Fasano presso la Casina Municipale – Palazzo dei Congressi, organizzata dalla locale Associazione “Pro-Selva” di Fasano e dalla città di Fasano, con il patrocinio della provincia di Brindisi e della Regione Puglia. La manifestazione sarà inaugurata giovedì 22 alle ore 19, e osserverà i seguenti orari di apertura: venerdì e sabato dalle 19 alle 22, domenica dalle 10 alle 12 e dalle 19 alle 22.

Saranno diciotto in tutto le case editrici pugliesi che parteciperanno alla manifestazione con un proprio stand e che hanno organizzato presentazioni e incontri durante i quattro giorni dell’evento. Un numero non trascurabile, nonostante l’assenza di alcuni nomi anche importante, e che soprattutto punta sulla qualità della produzione editoriale pugliese che verrà presentata in questo contesto. Non mancherà, inoltre, un momento di riflessione particolarmente interessante, quello previsto domenica 25 alle ore 10,30, con un incontro dal titolo “Editori pugliesi a confronto – Parliamo di noi”, nel quale verrà presumibilmente fatto il punto delle tante questioni aperte, dall’istituzione, ancora di là da venire, di una associazione degli editori pugliesi, alla presenza nelle fiere nazionali, al ruolo della Regione Puglia, ai problemi con la distribuzione e le librerie.

L’elenco delle case editrici presenti a Fasano è composto da: Adda, Besa, Capone, Congedo, Rotas, Edizioni Giuseppe Laterza, Edizioni Pugliesi, Vivere In, Faso, Florestano, Gelsorosso, Manni, Palomar, Progedit, Progress Communication, Schena, Secop e Stilo. Il programma delle presentazioni ha inizio giovedì 22 alle ore 21 con il libro edito da Schena dal titolo Viaggio tra i misteri. Culti orientali e riti segreti lungo la Via Traiana, di Vito Bianchi. Venerdì alle 19 la Progedit presenta due libri, I racconti della pentola di Vittorio Stagnani e il romanzo Per un giorno di Onofrio Pagone. Lo stesso giorno, alle 20,30, anche la casa editrice Secop di Corato presenta al pubblico due volumi, entrambi a firma di Oronzo Liuzzi, Io e Caravaggio e Poesia povera. Sabato 24 saranno di scena tre case editrici della Puglia meridionale: alle 19 Manni Editori organizza la presentazione di Cape guastate, di Piero Rossi; alle 20 Capone Editore presenta il libro di Valentino Romano, Nacquero contadini, morirono briganti; infine, alle 21, le Edizioni Pugliesi presentano la loro Storia regionale della vite e del vino. Nella giornata conclusiva di domenica, dopo il dibattito mattutino tra gli editori pugliesi e un momento dedicato al bookcrossing a cura del locale Presidio del libro, verranno presentati i due romanzi Calabash di Marica Saponaro (Edizioni G. Laterza, ore 19) e La badessa di San Giuliano di Marisa Di Bello (Besa editrice, ore 20). In chiusura della manifestazione, alle ore 21 la casa editrice Rotas di Barletta presenterà un saggio dell’editore Renato Russo su Boemondo d’Altavilla, un pugliese alla prima crociata.

Stefano Savella