2011 battute per un anno di teatro

Il Teatro Kismet OperA, in linea con la sua vocazione di Opificio per le Arti, da sempre si fa sostenitore e scopritore dei giovani talenti artistici che il nostro territorio produce, per il teatro ma anche per altre forme espressive. D’altro lato lo stabile d’innovazione di Bari ribadisce e mira a sviluppare sempre di più il suo ruolo di ponte fra l’impresa e la cultura e a incentivare le relazioni fra le eccellenze, economiche e artistiche della nostra regione. L’agenda Kismet da anni rappresenta, simbolicamente, questa relazione virtuosa che il teatro vuole innescare su vari fronti, partecipando a numerosi progetti di successo in collaborazione con aziende e associazioni. L’investimento in cultura, inteso come collaborazione attiva alla realizzazione e promozione di un progetto culturale, offre alle imprese una speciale opportunità di comunicare in modo nuovo ed efficace i valori della marca e i tratti distintivi della loro identità. Le aziende che scelgono la comunicazione culturale quale elemento strategico della propria comunicazione d’impresa legano ad un intervento socialmente responsabile, strutturato e coerente con la mission aziendale, il loro marchio o il loro prodotto/servizio, in un mercato ormai caratterizzato dall’affollamento e dall’usura degli strumenti commerciali della comunicazione d’impresa. Per questa nuova edizione l’agenda del Kismet rinnova il suo impegno a essere un progetto che non abbia la sola funzione di “calendario”, ma sia anche strumento di divulgazione culturale, distribuito nei principali centri italiani e stranieri, tra teatri e luoghi di aggregazione, contenitore di idee e soprattutto luogo di espressione, in questo caso letteraria.

Alla luce di questo, il Kismet vuole allora rivolgersi a tutti i giovani talenti della scrittura e chiede alle aziende del territorio di sostenere questo sforzo di ricerca facendosi partner del progetto. Il concorso letterario 2011 battute per un anno di teatro è rivolto a under 35 nati in Puglia a cui chiediamo di inviarci un racconto inedito di 2011 battute a partire da un incipit dello scrittore pugliese Omar Di Monopoli, ispirato al tema della stagione teatrale Kismet 2010/11: “Il cielo brucia sopra di noi”. Gli scrittori si cimenteranno a partire dall’indicazione di Di Monopoli, lasciandosi suggestionare dal titolo. “Il cielo brucia sopra di noi”, attraverso un’immagine che sa di apocalittico, vuole essere un invito, un monito ad appassionarsi, a ri-appassionarsi, a trovare una nuova linfa in un tempo di passaggio quale quello che stiamo vivendo. I testi saranno selezionati da una giuria presieduta dallo stesso Omar Di Monopoli e composta da Roberto Ricco (direttore artistico del Teatro Kismet), Ines Pierucci (operatrice culturale), Lello Tedeschi (regista), Raffaella De Donato (Lupo Editore). L’agenda e tutto il progetto saranno presentati in un evento che avrà luogo nel mese di novembre.

Per leggere il regolamento clicca qui.