Quattro appuntamenti letterari nel Nord Barese

Segnaliamo per il week-end quattro appuntamenti lettarari e presentazioni di libri che si terranno tutti nelle città del Nord Barese.

Si comincia oggi alle ore 19,30 presso la chiesa di Santa Teresa in Piazza Sylos a Bitonto, con la presentazione del volume Il segno della croce. Storia e liturgia (Progedit) di Michele Loconsole. Nel libro l’autore risponde alle domande: Cosa poteva significare la croce per i primi cristiani, che la consideravano non solo un simbolo sacro ma anche un oggetto di adorazione? Come nasce nella comunità giudeo-cristiana di Palestina il suo culto? Come si passò da un elemento reale alla sua rappresentazione simbolica? I crittogrammi che l”hanno rappresentata ebbero un posto di rilievo nella simb ologia e nella liturgia del cristianesimo primitivo? L’indagine sulle origini del simbolo della croce si arricchisce nel percorso da Gerusalemme verso Roma fenomeno che ha dato origine alla translatio Hierosolymae -, tema al centro del dibattito attuale tra gli studiosi del cristianesimo antico. L’autore produce fonti, documenti letterari e attestazioni archeologiche che confutano la tesi centrale, sostenuta dalla maggioranza degli studiosi, secondo la quale la croce è divenuta il simbolo del cristianesimo a partire dell”avvento dell’imperatore Costantino (IV secolo).

Domani ad Andria, alle ore 20 presso la Libreria Diderot in via Bonomo 27 si presenta il volume di Leonardo Mendolicchio, psichiatra e psicoterapeuta, dal titolo Il resto dell’amore (et/et editore) che abbiamo recensito pochi giorni fa. Conduce la presentazione la dott.ssa Gabriella Nocera.

Sempre domani, a Corato alle ore 19 si presenta l’ultimo romanzo di Giuseppe Arbore presso la locale Biblioteca comunale. Il libro, dal titolo Amore, sentimenti e desideri. Quando il cuore batte più volte (Edizioni Arbore).  Alla presentazione, patrocinata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Corato, oltre all’autore parteciperanno Don Cataldo Bevilacqua, Vicario di zona, Corato; Luigi Perrone, Sindaco di Corato, Gianpaolo Balsamo, Giornalista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”; Marialuisa Tarricone, Avvocato del Foro di Trani, Gaetano Bucci, Docente di Lettere. «E’una storia che sa di realtà e che fa leva su tre valori fondamentali della vita e sui principi racchiusi in essi» spiega Arbore. «”Amore” sta ad indicare l’amore a 360°: per la vita; per la natura; per il proprio simile; per il proprio destino; “Sentimenti” denotano il senso che viene generato dall’Amore per gli oggetti e per i fini innanzi descritti, mentre “Desideri” sono le aspirazioni che scaturiscono dal sentimento (la meta che si desidera raggiungere). Resta da stabilire quanto Amore è nell’animo di ognuno di noi, quali sono i Sentimenti genuini e da quali Desideri l’Uomo è mosso». Il libro è disponibile a Corato nelle librerie “Grazia Lafiandra”, Viale Ettore Fieramosca, 171; “Rosa Olivieri”, via Aldo Moro, 7; “AmbarabaCiciCocò”, via Monte di Pietà, 55 e “Simbolum di Danila Palmieri”, via Carmine, 28; “Edicolè di Colucci Rosa”, via Don Minzoni, 114/116; “Scaringella Daniele” via Andria, 20.

Chiudiamo infine con la notizia che domani pomeriggio alle 18, in apertura delle manifestazioni per la Notte bianca di Barletta, alle ore 18 avrà luogo nella Sala rossa del Castello Svevo la cerimonia di premiazione del concorso letterario organizzato dalla casa editrice di Barletta “La Penna Blu”. Si tratta del 2° premio internazionale “Città di Barletta” che ha premiato i seguenti racconti inediti che verranno pubblicati in un’antologia: “Dell’arte, il cuore” di Martina Montenegro – Barletta; “I miei quadri” di Cosimo Ugo P. Miccoli – Brindisi; “Inno alla gioia” di Marina Mastrangelo – Treviso; “La collezione Maricondo della Marra Marrano” di Fiorella Borin – Venezia; “L’alba che verrà” di Luigi Brasili – Tivoli; “La notte dei miracoli” di Francesca Ramacciotti – Livorno; “Le nozze rosse” di Stefania Mattana – Nuoro; “Studio di artista” di Giuliana Damiani – Margherita di Savoia; “Viaggio in Florida” di Grazia Gironella – Fanna; “10 Settembre ’43” di Cosimo Ugo P. Miccoli – Brindisi.