“101 cose da fare in gravidanza” di G. Pavone e L.T. Ingrosso

Il tarantino Giuliano Pavone (giornalista e autore dell’Eroe dei due mari) e sua moglie Lucia Tilde Ingrosso (giornalista, anche lei, e giallista) ci raccontano i fatidici nove mesi di gestazione con l’ironia consueta nella collana dei 101 della Newton Compton: 101 cose da fare in gravidanza e prima di diventare genitori (pp. 190, euro 9,90).

Si alternano consigli semischerzosi per entrambi gli aspiranti genitori, eliminate tutte le prove compromettenti del vostro passato oppure fate vita notturna (presto qualcuno vi imporrà la sua); i suggerimenti per la futura mamma: goditi l’improvvisa gentilezza e allegria con cui tutti (o quasi) ti trattano, ma anche: non farti sopraffare dai racconti di parenti e amiche dal momento che «per essere sicure di venire accettate socialmente, bisognerà come minimo sostenere di aver vomitato ininterrottamente per nove mesi»; e quelli per l’aspirante papà: la tua opinione non è richiesta.

Gli autori non mancano poi di sfatare alcune credenze (vi sembrerà strano, ma la forma della pancia e le fasi lunari non hanno niente a che fare col sesso del bambino) e di far valere la propria esperienza: non spendete per gli acquisti utili: non lo sono! E ancora: preparate la borsa da portare in ospedale (conservando una parvenza di logica).

Insomma, tra un sorriso e una smorfia, c’è molto da imparare e Lucia Tilde Ingrosso e Giuliano Pavone centrano perfettamente lo scopo prefissato: «L’idea di questo libro nasce così, con l’obiettivo di raccontare il punto di vista dei genitori ‘moderni’. […] Alle prese con nausee mattutine, corsi preparto, cordoni ombelicali e termometri da bagnetto. Svegli di notte e stanchi di giorno. Impauriti e felici, concentrati e orgogliosi. Soggiogati da un minuscolo dittatore, il dio bebè».

Giovanni Turi