“6 novembre 1992. Il coraggio di un uomo” di Michela Magnifico

Era già iniziata Mani Pulite. Erano già entrati in crisi i partiti romani. Erano già caduti sotto le esplosioni di tritolo Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Il 1992 si era già caratterizzato come l’anno nero della Repubblica. Ma prima della sua fine avrebbe ancora preteso un tributo di sangue. Ancora per opera della criminalità organizzata, ma a Foggia, dove un imprenditore aveva deciso di ribellarsi alle richieste estorsive e di collaborare con le forze dell’ordine. Quell’imprenditore si chiamava Giovanni Panunzio e sarebbe stato ucciso il 6 novembre 1992, lo stesso destino che era toccato poco più di un anno prima a un altro uomo che stava lottando contro il racket, Libero Grassi.

Alla storia di Giovanni Panunzio è dedicato il libro di Michela Magnifico, 6 novembre 1992. Il coraggio di un uomo, pubblicato dalle edizioni la meridiana (pp. 146, euro 15). L’autrice, giornalista di Telefoggia ed esperta di cronaca nera e giudiziaria, ha ripercorso la storia di Panunzio raccogliendo numerose testimonianze dirette e realizzando un vero e proprio mosaico di parole che compongono, nel loro insieme, il volto serio e orgoglioso dell’imprenditore edile foggiano. Che aveva iniziato la sua attività da zero, partendo come muratore, e costruendo nel corso degli anni una propria attività che si apprestava a cedere a suo figlio Lino. Almeno fino al 1989, l’anno in cui ebbero inizio le richieste estorsive e le successive minacce.

Grazie al libro è possibile scoprire il ruolo delle forze di polizia e della magistratura, e in particolare di uomini come Agostino De Paolis e Massimo Lucianetti, e quella parte di storia che talvolta viene dimenticata: vale a dire la storia giudiziaria, dei processi, come il maxiprocesso scaturito proprio dall’omicidio di Giovanni Panunzio, che portò alla condanna di numerosi esponenti di primo piano della “Società” foggiana. Sullo sfondo rimanevano però i silenzi di una classe imprenditoriale che restava in gran parte silente, nonostante gli agguati mortali e gli attentati contro altri suoi esponenti come Nicola Ciuffreda e Eliseo Zanasi.

Della storia di Giovanni Panunzio e del libro di Michela Magnifico si parlerà mercoledì 5 aprile alle ore 10,30 presso la Biblioteca del Consiglio Regionale della Puglia nel secondo incontro della rassegna Building Apulia dedicato al tema della legalità. Prenderà parte all’incontro anche Giovanna Belluna, nuora dell’imprenditore foggiano. Insieme al libro di Michela Magnifico sarà presentato anche il libro di Andrea Apollonio Storia della Sacra Corona Unita (Rubbettino).